Baby Signs Italia

News

Il New York Times parla del Programma Baby Signs

Il "New York Times" parla del Programma Baby Signs!
In un'intervista di alcuni anni fa, la compianta Dott.ssa Elizabeth Bates, allora direttrice del Center 
for Research in Language alla University of California di San Diego, afferma: un recente lavoro nell'ambito 
delle neuroscienze ha dimostrato che le aree nel cervello che controllano la bocca e la parola, e le aree 
che controllano le mani e i gesti, si sovrappongono notevolmente e si sviluppano insieme. 
Insegnare ai bambini dei semplici gesti, o segni, prima che possano parlare, è un modo per spronare il 
processo comunicativo e linguistico, nonché per stimolare lo sviluppo intellettivo. Conferisce inoltre una 
serie di benefici correlati, che includono un aumento del vocabolario, un legame più profondo tra genitore 
e bambino, un aumento della fiducia in sé stessi ed una diminuzione dei capricci nel fatidico "terribile 
periodo" intorno ai due anni.

Di seguito il link all'articolo originale, e la traduzione a cura di Baby Signs Italia
www.nytimes.com/2004/01/06/health/before-baby-talk-signs-and-signals.html?smid=fb-shareGrazie 

ARTICOLOO NEW YORK TIMES




 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *